Che cos’è il content marketing?

content marketing

Cos’è il content marketing?

Che cos’è il content marketing? 

Creare contenuti curati + un sistema per distribuirli a un target audience = content marketing.

“il content marketing è una tecnica di marketing utile a creare e distribuire preziosi, rilevanti e consistenti contenuti al fine di attrarre e acquisire una specifica target audience.

Con l’obbiettivo finale di convertire chi legge in clienti.”

Contenet marketing institute.

Che cosa non è il content marketing?

Content marketing non è pubblicità tradizionale che interrompe l’audience per chiederli di acquistare.

Il content marketing è guidato dalla creazione di contenuti che aiuteranno il tuo target tramite l’uso di blog, social media e altri strumenti come veicolo per distribuire il tuo messaggio.

“Content marketing chiede permesso” è una forma di marketing che invitiamo  volontariamente nelle nostre vite, qualche volta condividiamo perfino con i nostri amici.”

Garret Moon,CoSchedule.

Pensa al content marketing come un collega di lavoro, In una forte strategia di marketing lavorando mano nella mano creando e sviluppando un pubblico interessato da immettere nei funnel di vendite.

Ho veramente bisogo di diventare un content marketer?

Potresti scegliere di non investire tempo ed energie in una strategia di content marketing, dopo tutto siete titolari di una piccola attività e di lavoro ne avete più che a sufficienza nel calendario.

In ogni caso ignorare l’efficacia del content marketing per il tuo business non solo ti metterà in una posizione di minoranza ma perderete anche la possibilità di sviluppare un audience, costruire riconoscibilità del brand e intraprendere campagne vendita di successo.

IL 93% dei marketer usano il content marketing, solo il 7% continua ad ignorarlo.

Come titolare di un piccolo business con internet e una presenza social, in teoria sei gia un content marketer.

Se stai creando contenuti e stai costruendo un dialogo con la tua audience in modo da accrescere la riconoscibilità del brand sei già a metà strada.

Se hai approcciato strategie come podcast, video, infographics sei più preparato di quello che pensi.

Implementando una strategia, misurando i risultati e strutturando un calendario d’azione sarai sulla buona strada per diventare un guru del marketing.

Come scopro quali contenuti creare?

Ti starai chiedendo che tipo di contenuti dovresti creare

Per ogni progetto dovrete prendere tre decisioni 1 topic 2 format 3 platforms.

Per determinare queste risposte dovrete fare un po di ricerche.

Step 1    ascoltare

Prenditi tempo per ascoltare e rintracciare la tua audience e la concorrenza online.

Presta attenzione ai topic ai format, piattaforme e anche ai momenti con più attività della giornata.

Domande da chiedere

Quali domande vengono chieste riguardo alla mia azienda o categoria?

Quali sono gli argomenti che più interessano ai miei clienti?

Quale tipo di contenuti/format il mio target condivide e dove?

Cosa funziona per la competizione?

cosa ha funzionato per me nel passato?

Quali sono i miei migliori contenuti che hanno convertito di più?

Quali domande mi fanno direttamente i clienti?

Step 2  chiedere

Questo è il momento in cui dovrete andare a chiedere direttamente alla fonte ovvero ai vostri clienti.

Non importa quanto grandi e quanti siano i tuoi clienti e la tua audience, sono e saranno sempre la base migliore sulla quale produrre nuovi contenuti marketing.

Chiedigli direttamente cosa vorrebbero sapere di più in che formato e quale canale di distribuzione preferiscono.

Prendi in considerazione l’eventualità di creare questionari che possano aiutarti ad imparare di più sui tuoi clienti.

Peter shankman dice che i clienti ai quali viene chiesto cosa vogliono diventano 3/4  volte più legati al tuo brand rispetto a quelli a cui non viene chiesto.

Step 3  pianifica

A questo punto dovresti avere una lista solida di domande, argomenti e potenziali idee per i contenuti, insieme a un ottima conoscenza di come il tuo target si comporta online.

Esercitati.

1 scrivi tutti i titoli degli argomenti che dalle tue ricerche risultano essere i più importanti.

2 cerca di capire in che modo rispondere a queste domande e quale possa essere il miglior formato per la distribuzione, includi potenziali idee per i titoli degli articoli.

Scrivi ogni singola idea su un post it e includi qualsiasi nota sul retro.

3 stampa un calendario per i mesi a venire e organizza la distribuzione dei tuoi migliori contenuti.

Si realistico riguardo alle tempistiche e segna se avrai bisogno di assistenza per lo sviluppo di ogni singolo progetto.

Tip    se lavori meglio sul computer che su la carta prova ad utilizzare un programma di gestione o un calendario online per la pubblicazione di contenuti.

Come posso creare contenuti interessanti anche se il business non è cosi eccitante?

Non è un problema che affronti da solo, infatti il 47% dichiara che creare contenuti entusiasmanti è una delle sfide più impegnativa per i marketer b2b.

Come superi queste paure e crei contenuti di qualità con il potenziale di diventare virali quando il tuo business non è basato su uno degli argomenti più entusiasmanti?

Risposta? Siate creativi.

Sei abituato a guardare il tuo business dalla stessa prospettiva, ma il content marketing ti obbligherà ad uscire dalla tua confort zone, cosi facendo osserverai il tuo business da diverse prospettive.

Come esempio concentriamoci sulla cosa più noiosa al modo, supponiamo che come lavoro ci occupiamo di essicazioni di vernici, immaginiamo di svolgere questa attività e di dover pubblicizzare l’ultima tecnica e i nuovi strumenti.(non ti senti già meglio? Qualsiasi cosa vendi sarà con ogni probabilità più interessante)

Sarebbe facile immaginare che sia impossibile creare contenuti interessanti riguardo questo argomento e come titolare può risultare facile alzare le mani e dichiarare sconfitta.

Tip: non fatelo.

Divertiti

Fai sessioni di brainstorming con i tuoi amici/colleghi o usa uno dei tanti strumenti che si trovano online per generare topic.

per esempio puoi scrivere paint drying into Portent’s tittle generator e troverai diversi titoli.

nessuna delle opzioni può essere esattamente quello che cercate, ma possono farti ragionare e trovare nuove e inaspettate idee.

Si di aiuto.

Le persone ti fanno delle domande riguardo ai tuoi argomenti, usate Quora o Yahoo answers per svolgere le tue ricerche.

Alcune delle risposte o delle domande che troverai potrebbero farti nascere una buona idea per un contenuto che i tuoi clienti vogliono realmente.

Se create contenuti che si riferiscono direttamente ai bisogni dei tuoi clienti gli stessi saranno molto più propensi a connettersi con te.

Paint drying su Quora trucchi e consigli  come faccio a fare asciugare il mio dipinto in meno tempo? Domande come queste sono popolari su internet, fanno risparmiare tempo e rendono la vita dei tuoi clienti più facile e gli aiutano a evitare i problemi.

Contenuti che risponderanno a queste domande saranno sempre dei contenuti utili.

Pittura decorativi (sto ridipingendo il mio ufficio) quanto tempo devo lasciare asciugare la vernice prima che sia sicuro entrarci?

Clienti si preoccupano della sicurezza e della tossicità.

Come puoi usare le tue conoscenze per provvedere a fornirgli informazioni utili al fine di prendere scelte giuste?

C’è una tecnica per utilizzare una seconda vernice sopra ad una già asciutta?

Sei tu l’esperto, puoi creare contenuti che ti posizionino come il leader o un epserto istituzionale del settore?

Rendili visuali

I contenuti visuali sono social media friendly.

Immagini e video ricevono più like e share, creare una rappresentazione visuale dei tuoi contenuti aiutano ad essere consumati più velocemente.

Rendila personale ma non focalizzato su di te

Si reale mostra la tua personalità, parla la stessa lingua dei tuoi clienti e invitali a conoscerti e a conoscere il tuo brand.

Allo stesso tempo non caricarti della pressione di produrre il 100% dei tuoi contenuti.

Invitate blogger o partecipate a webinari con proprietari di attività complementari.

Prova a DYI, consiste in una serie di video dove i proprietari di casa intraprendono dei progetti di riverniciatura usando i tuoi prodotti.

Rendili esclusivi.

5 non sono uno scrittore ne un graphic design, come dovrei essere in grado di fare queste cose?

Non lo sei, non puoi e non devi, come proprietario di un piccolo business sei già abituato a “indossare diversi cappelli” .

Puoi preoccuparti del fatto che questo aggiunga altro peso alle tue attività.

Rilassati.

Ci sono modi di capitalizzare quello che fai bene, usa scorciatoie e strumenti che ti aiutino ad imparare nuove tecniche e trova degli esperti per fare le cose che non riesci veramente a fare.

Outsource

Non puoi fare tutto e non sei neanche obbligato a dover fare tutto.

Questo suona semplice, ma in realtà può essere la cosa più difficile per un proprietario di una piccola attività prova siti come Odesk or fiverr in modo da trovare opzioni economicamente migliori.

Unisci le forze

Connettiti con altri proprietari di business in industrie complementari.

Sei un copywriter?

Trova un graphic designer che voglia aiutarti a creare delle infographic assurde in cambio di altro.

Create dei contenuti co branded con professionisti di altre industrie e trai vantaggio sia dalle diverse capacità che dalle audience diverse.

Strumenti gratuiti

Stanno nascendo un sacco di strumenti gratuiti che ti aiuteranno a creare come un professionista.

Prova canva o piktochart per la grafica e l’infografica e Director per i video.

Se volete creare ci saranno sicuramente strumenti che ti aiuteranno a fare proprio questo.

Controlla aggiorna, riconfigura, riutilizza.

Per ogni contenuto scervellati e vaglia tutte le configurazioni potenziali.

Una presentazione può essere caricata a slideshare, trascritte in blog post e usate per creare grafiche.

Esamina vecchio materiale, riaggiornalo e rimpacchettalo per una audience nuova.

Non ti dimenticare che puoi sempre recuperare contenuti da altre fonti e riadattarli.

Ho i contenuti, e ora?  (se lo costruisco verrano veramente?)

Si certo.

Ma solo se gli inviti.

Se sei uno dei pochi fortunati con una mailing list enorme, una grande e fedele folla di lettori e un esercito di fan non dovrai preoccupare.

Se sei come la maggior parte degli altri piccoli business la fatica di attrarre e trovare nuove leads è parte delle tue fatiche quotidiane.

Se lo tratterete come una delle altre “scorciatoie”  non funzionerà.

Dovete approcciare il contenent marketing con una prospettiva a lungo termine.

Email non è passata di moda

il 77% dei clienti preferisce ricevere informazioni per mail.

Non avere timore della pubblicità a pagamento, può essere utile per promuovere i tuoi assets.

Diventa social usa strumenti come buffer o hootsuite per automatizzare le tue condivisioni.

Non pensare che questo sia abbastanza.

Il vero motore dei social media sono le discussioni reali con la tua audience.

Passa del tempo a creare relazioni e a nutrirle.

Chiedi, non avere paura a chiedere aiuto per distribuire e amplificare.

I contenuti senza una comunità, difficilmente approcciabili sono inefficenti.

Come contenuti focalizzati a vendere, invece che aiutare sono destinati a fallire.

Come ogni nuova avventura nel tuo business il content marketing inizialmente può sembrare intimidatorio.

Non avere paura di provare.

E non avere paura di fallire.

I contenuti migliori sono interattivi.

Concentrarsi sulla creazione e valutazione creeranno una strategIa di content marketing dinamica concentrata sulla creazione di contenuti eccellenti e non sulla creazione di materiale noioso.

Ti ho aiutato a capire Che cos’è il content marketing?

Create tanto, condividete. presta attenzione. Impara. create meglio. condividete ancora. impara di più. create ancora meglio.

 

Molti altri articoli come Che cos’è il content marketing? li puoi trovare nel mio BLOG!

Seguimi su Instagram